Tutti i pro e i contro il Disaster recovery anche per workstation

Postato il Aggiornato il

email-396x196

Se da un lato sappiamo che ogni MSP deve concentrarsi sulle relazioni con i clienti, dall’altro siamo consapevoli che è necessario ottenere dei riscontri economici per poter continuare a operare. Non è dunque presuntuoso chiedersi se sia possibile guadagnare dall’offerta di un servizio aggiuntivo. In questo blog finale di una serie suddivisa in tre parti proviamo a chiederci da un punto di vista teorico se sia economicamente valido per gli MSP offrire un servizio di disaster recovery per le workstation.

Quando si pensa a un servizio di Disaster Recovery as a Service (DRaaS), le workstation sono l’ultima voce presa in considerazione, poiché il primo pensiero va sempre ai server e ai servizi. Sorge dunque spontanea la domanda: “Perché dovremmo offrire un servizio di disaster recovery per le workstation?”.

Prima di aggiungere un servizio, questo deve normalmente superare alcune prove:

  • Il servizio va a vantaggio del cliente
  • Il servizio produce un introito continuativo
  • Il servizio può produrre qualche introito legato a servizi occasionali
  • Il servizio è ben definito ed è possibile calcolarne i costi in modo da trarne un profitto economico
  • Alla luce di quanto esposto sopra, possiamo dunque affermare che aggiungere le workstation all’offerta DRaaS sia economicamente vantaggioso? A tal fine eseguiamo ciascuna delle prove sopra elencate.
  • Se dopo un’emergenza le workstation non funzionano, non ci sono macchine in grado di connettersi ai server e ai servizi ripristinati. Aggiungere questo servizio significa dunque assicurare al cliente la continuità operativa aziendale.
  • Questo servizio va a vantaggio del cliente?Sì.
  • Se si offre un servizio di backup cloud ibrido, si fattura al cliente una tariffa fissa mensile per il cloud storage delle sue workstation, che continuano a crescere assieme alle attività del cliente.
  • Questo servizio produce un introito continuativo?Sì.
  • Aggiungere le workstation significa pianificare azioni di disaster recovery e svolgere test periodici al fine di offrire un piano che soddisfi l’accordo sui livelli di servizio del cliente.
  • Questo servizio produce un introito legato a servizi occasionali?Sì.
  • Se si utilizza unasoluzione di backup e ripristino cloud ibrida, il ripristino delle workstation, anche in caso di Bare Metal Recovery, risulta completamente automatizzato. Ciò riduce la quantità di lavoro necessario per fornire il servizio. La parte “ibrida” implica inoltre l’utilizzo di uno storage on-premise per garantire un rapido ripristino. I costi del servizio possono essere dedotti dal livello di servizio richiesto e calcolati sulla base dei tempi di ripristino e della manodopera necessaria.
  • I costi del servizio risultano ben definiti?Sì.
  • Agli MSP impegnati nell’offrire servizi di DRaaS si apre una nuova opportunità, che è sempre stata disponibile anche se raramente presa in considerazione.
  • Per analizzare più approfonditamente l’opportunità di offrire un servizio di disaster recovery per le workstation, si consiglia di leggere il white paperWorkstations: Disaster Recovery’s Untouched Opportunity

·         Avete incluso le workstation nel vostro piano di disaster recovery? Condividete i vostri pensieri in proposito aggiungendo un commento qui di seguito!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...