MSP

Due cose che so di Max : Andrea Ingrassia

Postato il

_DSC2924 Andrea Ingrassia Titolare ACET

‘ Ottima soluzione   sia per la organizzazione del lavoro che per garantire introiti ricorrenti.  Consente al MSP di fornire un servizio efficiente  e puntuale. Quando un cliente per una banale distrazione interrompe,per esempio il back up, siamo in grado di segnalarlo in tempo, salvando da un lato il back up   e dall’altro acquisendo valore agli occhi del cliente come fornitori di servizio. Giustificando il costo del  servizio. Lo stesso anche nel caso  si blocchino virus su virus :  riusciamo ad essere presenti senza essere necessariamente sul sito del cliente’

L’imprenditore che replica se stesso crea la cultura aziendale

Postato il

090Una delle cose più difficili da imparare quando si fa crescere un business MSP è come scalare noi stessi. In quanto titolari di azienda dovete svolgere simultaneamente parecchie mansioni: lavorare come tecnici e contabili, dedicarvi alle risorse umane e alle vendite, in altre parole, dedicarvi a qualunque attività richieda la vostra attenzione. Il libro “E-Myth” di Michael Gerber spiega la differenza tra essere responsabili di una attività ed essere titolari di un’azienda. Questo concetto è essenziale per comprendere come far crescere un business oltre le 24 ore che possiamo fisicamente dedicare ad esso ogni giorno.

Concordiamo tutti sul fatto che non possiamo (ancora) clonare noi stessi e che disponiamo di un tempo limitato da dedicare al lavoro tutti i giorni. Alcune strategie in grado di accrescere l’efficienza possono aiutarci ad aumentare il volume di lavoro e di conseguenza il fatturato. Da un certo punto in avanti non è possibile però superare la propria soglia massima di efficienza. L’unico modo per continuare a crescere consiste nell’impiegare altre persone.

Fare le cose a modo proprio…

Al di là delle ovvie complicazioni legate alla tassazione, ai benefit e agli stipendi, che esulano dallo scopo del presente articolo, il problema principale quando si cerca di scalare un business è fare sì che i dipendenti lavorino nel modo in cui lo faremmo noi. La maggior parte delle imprese non si differenziano affatto tra di loro

 

 

. I forni producono pane, i negozi di frutta e verdura vendono la loro merce, gli MSP forniscono servizi gestiti. IL MODO IN CUI tali servizi vengono forniti è ciò che vi differenzia dai vostri concorrenti.

Il successo che avete ottenuto dipende molto probabilmente dal modo in cui VOI svolgete tutto il lavoro in azienda. Il segreto per imparare a scalare il proprio business è quello di lavorare tutto il tempo SUL business anziché DENTRO di esso. Se volete preservare l’unicità del vostro business, dovete in qualche modo imparare a trasmettere le vostre conoscenze ai vostri dipendenti e insegnare loro i processi da voi definiti.

 

Creare una knowledge base

La conoscenza è legata alla documentazione e alla formazione. Per essere funzionale, la documentazione deve essere facilmente reperibile, facilmente consultabile e costantemente disponibile. Molti strumenti PSA, come i Service Desk, includono una funzione di knowledge base esattamente per questo motivo. Tale funzione consente agli MSP di creare una libreria di contenuti consultabile e accessibile attraverso qualunque browser web. Una knowledge base costruita correttamente consente di aggiungere allegati, eseguire il tagging di articoli e, soprattutto, offre funzioni di sicurezza. Essa consente di raccogliere tutta l’esperienza da voi maturata nel corso di anni dedicati al servizio clienti e di trasmetterla al personale. Un altro modo in cui la documentazione consente a un’azienda di scalare è quello di permettere ai dipendenti di scambiarsi informazioni. Questo processo contribuisce a rendere i tecnici “interscambiabili”, poiché favorisce la condivisione dei loro dati sui clienti.

I processi rappresentano un altro metodo essenziale per replicare se stessi. Una volta memorizzata tutta la nostra esperienza in un repository affidabile, il passaggio successivo è quello di far sì che i nostri nuovi collaboratori lavorino esattamente come desideriamo. Fino a poco tempo fa ciò significava creare dei moduli cartacei dotati di checklist. Prima che facessero la loro apparizione le prime soluzioni elettroniche, ero diventato dipendente dalle checklist. Ne avevo una per configurare un nuovo PC, una per eliminare i virus e un’altra per i lavori di manutenzione mensili. Tanto per darvi un’idea. Ora è possibile configurare dei modelli di flusso di lavoro da aggiungere a un ticket del proprio PSA in modo che ogni lavoro sia svolto esattamente nello stesso modo. Alcuni di questi modelli di flusso di lavoro possono persino prevedere l’indicazione dei costi relativi a determinati articoli o passaggi di processo per evitare sorprese in sede di fatturazione finale.

L’automazione è un elemento essenziale sia per la documentazione, sia per i processi. Tanto più semplici sono la raccolta e l’accesso alla documentazione, quanto meno soggetti a errore sono i processi e quanto più è possibile replicare con successo il proprio modo di fare business.

Se state cercando uno strumento di assistenza che vi aiuti a costruire una knowledge base per il vostro personale, provate a leggere il nostro white paper: – Sette considerazioni essenziali per iniziare a offrire un servizio di assistenza MSP in brevissimo tempo!

 

Due cose che so di MAX : Stefano Pizziconi

Postato il

‘Max offre un servizio di prevenzione  mirato al controllo capillare delle strutture dei clienti. Nel confronto con altre soluzioni simili si è rivelato molto  semplice sia nella installazione che  nell’utilizzo, Nel tempo si è sviluppato ed ora   copre oltre al monitoraggio anche servizi legati alla sicurezza, quali antivirus, webprotection e back up dando al cliente una soluzione completa ‘

pippo

Stefano Pizziconi READYTEC

LOGICcards, la visione di Andrea Ceffa IT manager di Sogesi

Postato il Aggiornato il

La visione di Alistair Forbes General Manager di LogicNow credo sia assolutamente condivisibile. La raccolta di centinaia di migliaia di informazioni, il machine learning ed il, potremmo definire,  “technical human learning” , d’altronde non è che l’estensione dei presupposti che stanno alla base di internet.
L’avvento di internet ha infatti rivoluzionato il paradigma della conoscenza delle informazioni, prima molto più difficili da condividere e da trasmettere ed allo stesso modo credo che Logiccard possa similarmente costituire un passaggio chiave, direi “generazionale”, nella gestione del complesso e variegato mondo della gestone dei servizi IT.
Qualcuno potrebbe obiettare che condividere, seppur indirettamente, le informazioni relative ai malfunzionamenti dei sistemi ed alle loro modalità di risoluzione, possa in qualche modo essere una perdita di conoscenza, e quindi di potere, a vantaggio di altri.
Io credo invece che certamente c’è anche questo rischio, ma complessivamente il vantaggio di disporre di un livello di conoscenza superiore non possa che portare benefici.
Bisogna essere in grado di capire ed utilizzare le informazioni raccolte, saper ridefinire e riorganizzare il proprio lavoro in modo nuovo ed innovativo. Ecco dunque che professionalità e competenza risulteranno sempre e comunque fondamentali per poter svolgere al meglio il proprio lavoro. Disporre di una grande quantità di informazioni non è sufficiente infatti per diventare bravi ed efficienti. E’ importante sapere come utilzzarle
ceffa.
Manager di RSA BU e IT BU
spgesi

Come scalare il proprio business MSP in modo personale

Postato il

Una delle cose più difficili da imparare quando si fa crescere un business MSP è come scalare noi stessi. In quanto titolari di azienda dovete svolgere simultaneamente parecchie mansioni: lavorare come tecnici e contabili, dedicarvi alle risorse umane e alle vendite, in altre parole, dedicarvi a qualunque attività richieda la vostra attenzione. Il libro “E-Myth” di Michael Gerber spiega la differenza tra essere responsabili di una attività ed essere titolari di un’azienda. Questo concetto è essenziale per comprendere come far crescere un business oltre le 24 ore che possiamo fisicamente dedicare ad esso ogni giorno.

Concordiamo tutti sul fatto che non possiamo (ancora) clonare noi stessi e che disponiamo di un tempo limitato da dedicare al lavoro tutti i giorni. Alcune strategie in grado di accrescere l’efficienza possono aiutarci ad aumentare il volume di lavoro e di conseguenza il fatturato. Da un certo punto in avanti non è possibile però superare la propria soglia massima di efficienza. L’unico modo per continuare a crescere consiste nell’impiegare altre persone.

Fare le cose a modo proprio…

Al di là delle ovvie complicazioni legate alla tassazione, ai benefit e agli stipendi, che esulano dallo scopo del presente articolo, il problema principale quando si cerca di scalare un business è fare sì che i dipendenti lavorino nel modo in cui lo faremmo noi. La maggior parte delle imprese non si differenziano affatto tra di loro. I forni producono pane, i negozi di frutta e verdura vendono la loro merce, gli MSP forniscono servizi gestiti. IL MODO IN CUI tali servizi vengono forniti è ciò che vi differenzia dai vostri concorrenti.

Il successo che avete ottenuto dipende molto probabilmente dal modo in cui VOI svolgete tutto il lavoro in azienda. Il segreto per imparare a scalare il proprio business è quello di lavorare tutto il tempo SUL business anziché DENTRO di esso. Se volete preservare l’unicità del vostro business, dovete in qualche modo imparare a trasmettere le vostre conoscenze ai vostri dipendenti e insegnare loro i processi da voi definiti.

 

Creare una knowledge base

La conoscenza è legata alla documentazione e alla formazione. Per essere funzionale, la documentazione deve essere facilmente reperibile, facilmente consultabile e costantemente disponibile. Molti strumenti PSA, come i Service Desk, includono una funzione di knowledge base esattamente per questo motivo. Tale funzione consente agli MSP di creare una libreria di contenuti consultabile e accessibile attraverso qualunque browser web. Una knowledge base costruita correttamente consente di aggiungere allegati, eseguire il tagging di articoli e, soprattutto, offre funzioni di sicurezza. Essa consente di raccogliere tutta l’esperienza da voi maturata nel corso di anni dedicati al servizio clienti e di trasmetterla al personale. Un altro modo in cui la documentazione consente a un’azienda di scalare è quello di permettere ai dipendenti di scambiarsi informazioni. Questo processo contribuisce a rendere i tecnici “interscambiabili”, poiché favorisce la condivisione dei loro dati sui clienti.

I processi rappresentano un altro metodo essenziale per replicare se stessi. Una volta memorizzata tutta la nostra esperienza in un repository affidabile, il passaggio successivo è quello di far sì che i nostri nuovi collaboratori lavorino esattamente come desideriamo. Fino a poco tempo fa ciò significava creare dei moduli cartacei dotati di checklist. Prima che facessero la loro apparizione le prime soluzioni elettroniche, ero diventato dipendente dalle checklist. Ne avevo una per configurare un nuovo PC, una per eliminare i virus e un’altra per i lavori di manutenzione mensili. Tanto per darvi un’idea. Ora è possibile configurare dei modelli di flusso di lavoro da aggiungere a un ticket del proprio PSA in modo che ogni lavoro sia svolto esattamente nello stesso modo. Alcuni di questi modelli di flusso di lavoro possono persino prevedere l’indicazione dei costi relativi a determinati articoli o passaggi di processo per evitare sorprese in sede di fatturazione finale.

L’automazione è un elemento essenziale sia per la documentazione, sia per i processi. Tanto più semplici sono la raccolta e l’accesso alla documentazione, quanto meno soggetti a errore sono i processi e quanto più è possibile replicare con successo il proprio modo di fare business.